U. 15 - A.D. Treviolo Basket

Vai ai contenuti

U. 15

Squadre
Calusco - Treviolo
110 - 21
Partita senza storia, mai concentrati e pronti in campo. Senza mai pensare al compagno in difficoltà ma giocando pensando solo a non sbagliare per non essere sostituiti. Mentalità vincente nuovamente lasciata a casa.
Stezzano - Treviolo
92 - 12
19-2, 20-4 (39-6), 25-1 (64-7), 28-5 (92-12)
Seconda sconfitta consecutiva per gli under 15 di Treviolo, che anche in questa partita dimenticano in fretta come giocare di squadra e cosa vuol dire avere fame di pallacanestro.
Come settimana scorsa il punteggio parla da sé, il campo ha dimostrato, una volta di più, che senza i cosiddetti attributi e lo spirito di squadra, non si va da nessuna parte. Anche oggi rimandati con insufficienza grave.
Treviolo - Mozzo
54 - 98
17-23, 6-35 (23-58), 10-25 (33-83), 21-16 (54-98)
Altra sconfitta, ancora sopra i 90 punti subiti e solite amnesie di squadra. Come il copione più e più volte visto durante nelle partite precedenti, la partita la viviamo in due modi diversi.
Il primo quarto è buono, con gioco di squadra e grinta, che però vanno via via scomparendo già dalla fine del primo periodo. Dal secondo quarto inizia l'incubo ormai ricorrente: assente lo spirito di squadra, sia in attacco che in difesa, la voglia e la grinta prendono invece la via di casa, trasformando i giocatori in campo le sembianze di zombie che subiscono senza reagire.
L'ultimo quarto, a partita ormai chiusa, lo giochiamo con l'intensità giusta e con voglia ma se le partite le giochiamo solo per 15 minuti su 40, sarà dura arrivare a fine partita soddisfatti.
Treviolo - Brembate Sopra
60 - 79
17-25, 10-21 (27-46), 23-13 (50-59), 12-20 (62-79)
Seconda partita consecutiva in casa per il gruppo under 15 del Treviolo Basket che incontra Brembate Sopra. Il primo quarto vede il solito buon inizio dei padroni di casa, che reggono la partita fino a 2 minuti dalla fine del periodo, per poi calare di netto attenzione e grinta.
Nel secondo quarto è dominio completo di Brembate che banchetta sugli errori dei ragazzi di coach Simone che non riescono ad uscire dal momento negativo. L'intervallo serve per la solita lavata di capo, anche se raramente ha avuto effetti positivi.
Questa volta però la reazione c'è e il terzo quarto sembra la sceneggiatura di un film sulla pallacanestro, con la squadra in svantaggio a giocare ogni pallone come fosse l'ultimo. Lo svantaggio si riduce a soli 9 punti prima dell'ultimo quarto.
L'inerzia del super terzo quarto dura poco perché Brembate riallunga, passando dal +6 al +15 in men che non si dica e mette la parola fine sulla partita.
Torna ai contenuti